L’OSSERVAZIONE E LE SOSTANZE PSICOTROPE

 

È sempre interessante osservare il filo conduttore di certe dinamiche.

Molte volte gli argomenti dei post che pubblico sono indicati – e fortemente consigliati – da alcune domande che vengono fatte all’interno dei Corsi di Risveglio, oppure da eventi che accadono nella mia vita.

Più serve affrontare un certo argomento, più l’argomento stesso si presenta con insistenza nella mia quotidianità, assumendo varie forme.

 

Questo è uno di quegli argomenti che ultimamente si stanno presentando in vari modi all’interno delle mie giornate e, per onorarlo, scrivo questo articolo.

 

Premetto che l’argomento non è di mia diretta competenza, in quanto non ho mai fatto uso di alcune sostanze psicotrope naturali o altri stupefacenti sintetici. Ma a quanto pare la vita vuole che approfondisca il tema facendomi incontrare persone che hanno grande esperienza nel loro utilizzo, elencandomi i pro e i contro di certe sostanze e condividendo molte delle loro esperienze, piacevoli e traumatiche.

 

Visto che l’argomento è molto vasto e visto che le informazioni tecniche in mio possesso sono poche, ma valide e intense, lo tratterò dal punto di vista dell’Osservazione e della costruzione dell’Anima (anche detta l’IO CENTRALE o Auto-Coscienza).

 

In molti hanno avuto esperienze di estrema lucidità e di intensa serenità/felicità dopo l’utilizzo di certe sostanze. Grazie a queste esperienze molti hanno avuto modo di guarire alcuni traumi del passato e hanno sperimentato – alcuni per la prima volta – uno stato di osservazione imparziale e di lucidità nel vivere il presente.

Questo può succedere poiché alcune sostanze, soprattutto quelle che vengono definite “Sacre”, hanno qualità introspettive eccezionali e una straordinaria capacità di condurci – alcune dolcemente, altre decisamente meno – nei meandri del nostro inconscio: luogo in cui dimorano i nostri demoni peggiori (ferite – traumi – meccanismi) e, al contempo, le nostre più alte qualità (talenti – capacità innate – ciò che siamo davvero aldilà delle apparenze e della forma).

 

Grazie alle caratteristiche di alcune piante, liane o funghi, si può avere la percezione di poter raggiungere una certa profondità di Presenza, inarrivabile in un consueto stato di coscienza.

Si può confondere l’esperienza (l’autentica causa) con l’oggetto che l’ha causata (il vero effetto), creando in chi la prova una sottile dipendenza che lo spinge a credere che, senza l’assunzione di sostanze, non possa raggiungere quel grado di “Coscienza”.

 

È vero che alcune sostanze possono aiutare a indurre un determinato stato di coscienza, ma questa “nuova percezione” è stata pur sempre raggiunta dopo l’utilizzo di una sostanza esterna. In questo modo si radica nell’individuo la convinzione che quello stato di “presenza” e introspezione, sia esclusivamente legato alla sostanza assunta e non possa essere espedito senza di essa.

 

Questo è molto pericoloso per due motivi:

dal punto di vista esterno

  • da ora in poi si cercherà di assumere più volte quella sostanza, per riprovare quella lucidità, quella felicità o rilassatezza;

invece, dal punto di vista del lavoro su di sé:

  • si cade nell’illusione che esista qualcosa di esterno che possa, in qualche modo, aggiungere qualcosa che non sia già presente all’interno di sé.

L’esperienza della rabbia, dell’Amore o della Presenza, in sé, se non fanno già parte della persona, non possono MAI essere introdotte dall’esterno.

 

Ciò significa che se abbiamo una certa dimestichezza nell’utilizzo della mente astratta, dopo l’uso di una sostanza psicotropa, questa qualità verrà di molto potenziata e sarà quanto mai chiara e nitida in noi.

Se, invece, una delle nostre qualità è Vivere il Presente e Osservarci, quando gli effetti delle piante (o delle sostanze) si manifestano, saremo in grado di massificare l’intensità di Osservazione e di Presenza nel qui-e-ora.

 

Tuttavia, l’utilizzo della mente astratta, la capacità di addentrarvi in certe emozioni, la profondità di osservare certe dinamiche interne e la capacità di essere Presenti, risiedono in voi, non nelle sostanze!

 

L’Osservazione, la Veglia e il Ricordo di sé a cui Gurdjieff, Gesù e Tolle si riferiscono, sono Stati di Coscienza raggiungibili solo grazie alla VOLONTÀ di Esserci.

Per avere esperienza della Presenza e dell’Apertura del Cuore – pilastri fondamentali per la costruzione del Tempio del Risveglio – serve grande SFORZO Cosciente da parte dell’individuo.

 

La meta-cognizione dell’Osservazione non può cascarci addosso come le briciole di una tovaglia appena sbattuta …a caso! Ma serve uno shock Cosciente,  altamente desiderato e costantemente ricercato.

 

Anche nell’antichità esistevano certe piante e certi funghi, e il loro utilizzo era molto comune in certe culture. Se veramente una pianta grassa o una liana potessero bypassare questo fondamentale atto dello SFORZO COSCIENTE per dare direttamente all’essere umano l’ESPERIENZA del Ricordo di sé e della Veglia… vorrebbe dire che il Buddha, Gesù, Gurdjieff e Tolle avrebbero sbagliato tutto!!

Che scemi …si sono dimenticati di dirci che potevamo assumere i funghi, il peyote o l’Ayahuasca, senza per forza impegnarci nella creazione del Testimone Imparziale, senza lo sforzo del Ricordo di sé e il costante allenamento nell’Amare i nostri nemici, proprio nelle situazioni in cui sembra impossibile farlo!

Che sbadati!

 

Ma non è così, poiché serve grande forza di volontà, umiltà e molta (moltissima) costanza e perseveranza nel Ricordo.

Se i Maestri – coloro che non hanno bisogno di nascere da una madre per crearsi un corpo, dalla quinta iniziazione in su, non i guru che semplicemente parlano di spiritualità – non hanno indicato le sostanze psicotrope come via di realizzazione di sé, è perché queste non sono indispensabili per un autentico Lavoro di Risveglio e per l’identificazione con la propria Anima.

 

Le sostanze possono essere usate come “stampella”, ma il vero Lavoro dovete farlo VOI.

Se decidete di usarle, fatelo solo ed esclusivamente se proposte da qualcuno di valido, che è nell’anima e che monitora costantemente gli effetti e le ripercussioni che le sostanze hanno sul vostro apparato psicofisico.

Altrimenti sono dannose e corrosive.

Un utilizzo incosciente di queste sostanze può interrompere per sempre ogni tipo di contatto con la Coscienza, impedendo all’anima di utilizzare i corpi della personalità.

Questo distacco può avvenire anche se si esagera nell’utilizzare certe tecniche di respirazione, nel fare meditazione o nel recitare i mantra, ma questo tema richiederebbe un’enciclopedia per essere espresso.

 

Quando mi chiedono: «Fabio, perché non utilizzi “certe sostanze” per andare ad indagare il tuo inconscio? Così puoi fare emergere antiche ferite emotive limitanti ed essere più cosciente di te! Anche solo una volta l’anno basterebbe.»

 

Rispondo sempre: «Perché, Vivere in Presenza le cene e i pranzi in famiglia, del periodo natalizio, non bastano per far emergere i demoni che dimorano nei meandri del mio inconscio e i meccanismi più radicati e profondi??»

 

Non posso nemmeno bere un caffè o mangiare troppa cioccolata senza che la mia macchina biologica tremi come una foglia per tutto il giorno e mi faccia vivere una giornata tranquilla!

Ognuno ha la sua SACROSANTA sensibilità e i suoi metodi, ma non cascate nell’inganno che se volete svolgere un fantomatico “lavoro profondo” dobbiate per forza utilizzare le sostanze psicotrope.

 

Il Discernimento e la Veglia sono fari che inceneriscono il falso e rivelano progressivamente la Verità.

 

Fabio Iacontino

 


PROGETTO COMUNITÀ

Da giugno 2020 centinaia di persone che lavorano su di sé, provenienti da tutta Italia e dall’estero, si stanno organizzando e strutturando per creare la Società del Domani.
Non per scontro né per conflitto, ma per amore del Nuovo.

Il Progetto si chiama La Comunità del Futuro
Per sapere di cosa si tratta e per iniziare da subito a Cooperare con un Gruppo Locale, visita il sito: www.lacomunitadelfuturo.it


ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti

* campi obbligatori

View previous campaigns.

Intelligentia Solis utilizzerà le informazioni fornite in questo modulo per essere in contatto con voi e per fornire aggiornamenti e marketing.

Puoi cambiare idea in qualsiasi momento facendo clic sul link di cancellazione nel piè di pagina di ogni e-mail che ricevi da noi o puoi contattandoci all’indirizzo [email protected] Tratteremo le tue informazioni con rispetto. Per ulteriori informazioni sulle nostre pratiche sulla privacy, visitare il nostro sito Web. Cliccando qui sotto, accetti che possiamo elaborare le tue informazioni in conformità con questi termini.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp’s privacy practices here.



 VIDEO-CORSO SULL’AUTOSTIMA 
Centro di Gravità Permanente, CGP

Con Paola Costa, Daniela Castellani, Krizia Addis,
Fabio Iacontino, Andrea Zurlini e Devid Venara

A SOLI 47€ + Iva (meno di 55€)

ACCEDI AL CORSO


Si consiglia di tenersi aggiornati iscrivendosi alla newsletter di questo blog (qui) del sito dei Corsi di Risveglio (qui) o di seguire gli eventi e i post della pagina Intelligentia Solis su Facebook.

Pubblicato da Fabio Iacontino

Conduce i Corsi di Risveglio in varie città di Italia, oltre che a proporre conferenze e seminari sul tema del Lavoro su di sé, sul Servizio e sui Maestri.