IL PARADOSSO DELLA VITA – istruzioni per l’uso


31ccac71771d994a35cd91e1a2842153

 

In questo periodo storico è sempre più comune venire a contatto con informazioni più o meno esatte riguardo “le conoscenze perdute” come il Tantra, il Tarot, l’Alchimia e più in generale il Divino e il Sacro.

Non è un caso che proprio in questi anni stiano riemergendo conoscenze antiche che si ripropongono rinnovate e aggiornate.

 

In quest’epoca si sa che, per ragioni cicliche, vadano riscoperti gli Antichi Misteri, ovvero le Rivelazioni e le Arti antiche ormai perdute (conseguenza dell’abbassamento di Coscienza planetario).

L’uomo e la donna odierni, per la maggior parte dei casi, preferiscono guardare una partita di calcio o perdersi nei social network piuttosto che indagare la natura di sé.

È normale che: più è prossimo il Risveglio dell’individuo e planetario, più le tecniche di addormentamento delle masse si moltiplicano; la proporzione è complementare.

Falco

Molte conoscenze vengono divulgate ma comprese da pochi, quasi la totalità delle persone sentono in cuor loro che certe Leggi (dello specchio, di risonanza, di compensazione, dell’Uno) corrispondono alla realtà, ma pochi, quasi nessuno, riesce a realizzarle e portarle nella carne.

Quasi tutti gli esseri umani sono favorevoli o contrari a certi insegnamenti, una manciata di essi li sperimenta e ancor meno persone si accorgono che, la maggior parte delle informazioni reperite dal web, sono incomplete e tendono a dare molto per scontato.

Per facilitare l’apprendimento e la realizzazione di alcune qualità del Vero Essere Umano, utilizzerò uno schema che ha lo scopo di semplificare il cammino che i Talenti compiono per arrivare alla loro totale manifestazione.

 

ACCOGLIENZA:

Ogni individuo deve, prima o poi, prendere contatto con la sua natura d4011f26995bf0db097f12bb0a24a1c4animalesca, il quale per legge di sopravvivenza (fisica, emozionale e mentale) tende a recepire gli stimoli esterni principalmente come una minaccia. Dal momento che, in maniera più o meno sconvolgente, prende atto di questo, il praticante è spinto ad osservare ogni singola reazione della macchina biologica. Dapprima l’osservazione è mentale/razionale/analitica quindi intrisa di giudizio verso le reazioni della “bestia”, tenderà a sopprimerle e volerle cambiare.

Solo dopo un premuroso Sentire, una Veglia Cosciente e un’innata capacità di resa per gli obbiettivi mancati, può allora miracolosamente rivelarsi in lui/lei il Talento dell’Accoglienza. Una qualità dell’Anima bellissima e infinitamente espandibile: proprio per il fatto che ora si accoglie ciò che prima era impossibile accogliere dentro di sé.

 

ELIMINAZIONE DELL’EGO:

Per pulire una pentola occorre essere in possesso di una pentola, occorre cucinare un cibo, aspettare che la pentola si raffreddi e infine possiamo finalmente pulire la pentola!

Potrei fermarmi qui, avrei concluso la spiegazione, ma per un moto di Cuore illustrerò i dettagli di questa bellissima analogia!

Innanzitutto con il termine “EGO” si intende specificare la formazione di un individuo pienamente autosufficientebc0aa657fb1a8f72225f0115c084f5ce a tutti i livelli: mentale, emotivo, fisico, economico, lavorativo, relazionale, familiare ecc…; ovvero chi può benissimo fare a meno dell’aiuto degli altri perché basta a sé stesso poiché complessivamente autonomo.

Si crede che ogni individuo, compresi noi stessi, abbia già in dotazione un Ego pienamente formato e sviluppato. Per questa ragione nasce la voglia di eliminare i comportamenti egoistici per poter essere utili all’umanità e per essere totalmente al servizio dell’evoluzione planetaria. Ma prima di eliminare l’ego bisogna avere l’ego! Una personalità formata a tal punto da poterla utilizzare per gli scopi dell’Anima.

A questo punto, e solo a questo punto, possiamo occuparci di integrare l’ego: passare dall’identificazione della macchina biologica (Personalità) all’identificazione della nostra vera Essenza (Anima).

 

AMORE:

Qualità dell’Anima e non della personalità. L’Amore è un’Emozione Superiore che racchiude in sé altre “sotto-emozioni” come la Gioia, l’Accettazione, la Compassione l’Ascolto, la Devozione, l’Impeto Guerriero ecc…

In un primo momento l’Amore si deve fare strada nell’apparato psicofisico, deve allenare il sistema nervoso al passaggio di un elevato voltaggio, altrimenti lo costringe al cortocircuito.

Dapprima si manifesta come fastidio. Il nostro apparato può sostenere innumerevoli fastidi tutti i giorni, senza che questi risultino limitanti per il nostro sistema nervoso. Dopo di ché questo fastidio cresce di intensità sfociando ad esempio in rabbia, gelosia, possesso, competitività ecc… Man mano che l’intensità aumenta, aumenta anche la possibilità del nostro apparato psicofisico di sostenere una quantità maggiore di energia.

Nella maggior parte dei casi l’individuo crede di provare emozioni agli antipodi dall’Amore, la parvenza è che ci sia qualcosa che sia andato storto, qualcosa da migliorare o aggiustare, ma è in verità l’Amore stesso che si sta creando la strada per manifestarsi e far sì che lo shock non sia troppo forte. Meno si giudica la comparsa di “un’emozione negativa”, meno la si etichetta, meno si crea resistenza, più si ha la possibilità di sentire che di base a tutte le reazioni emotive della personalità c’è la Volontà di espressione dell’Amore; che da questo momento può risplendere in tutta la sua pienezza!

Ciò non significa che la “macchina” non sentirà più la gelosia o il possesso (nel caso di una relazione), ma non opporrà più resistenza ad essi poiché seriamente allenata. Allora la gelosia può diventare un interruttore fondamentale per far scorrere l’Amore in ogni nostra cellula.

 

Ogni singola parola scritta non è frutto di letture o di studi filosofici messi a confronto tra le varie epoche, bensì di realizzazioni: Intuizioni che pian piano si sono sedimentate nella carne fino al punto di divenire Realtà, che non ha il bisogno di essere accertata in alcun modo trovando riscontri scientifici. Ma proprio per questo trova conferma nella storia, nella filosofia, nella teosofia e nei molteplici insegnamenti trasmessi da Maestri.

(Continua nel prossimo post…)

 

Fabio Iacontino




Appuntamenti:

CORSO DI RISVEGLIO DELLA COSCIENZA

PRIMA LEZIONE APERTA

con Fabio Iacontino

MILANO

GIOVEDÌ 22 SETTEMBRE presso

il Centro Althea di Milano, via Piacenza 22 – dalle h. 21:00

Per info: [email protected]

https://www.facebook.com/events/1040038122731548/


CUNEO

MARTEDÌ 11 OTTOBRE presso 

Terza Classe, Dopolavoro Ferroviario di Cuneo, C.so Lungostura XXIV Maggio dalle h. 21:00

Per info: [email protected]

https://www.facebook.com/events/144433842628174/


TORINO

MERCOLEDÌ 19 OTTOBRE presso

Crisopea a Torino, via Giuseppe Parini 9 dalle h. 21:00

Per info: [email protected]

https://www.facebook.com/events/459882054210446/


I commenti sono chiusi.